Questa settimana vogliamo continuare a cambiare le carte in tavola, continuare a confondervi ancora un pochino. Abbiamo iniziato la scorsa settimana proponendovi un locale assolutamente non recensito mai da nessuno (ndr -Tonnato- Bar Teresio (Alba) ) e, per la prima volta, abbiamo camminato senza il sempre valido aiuto della nostra guida (ndr I cento50 di Torino e del Piemonte 2011 – I 50 migliori ristoranti e le 50 migliori piole” di Cavallito & Lamacchia e Iaccarino). Questa settimana continuiamo con il consueto appuntamento con la ricetta, è vero, ma proponiamo una variante sempre dal grande Mark Bittman, e solo “l’ uomo che sa come cucinare tutto” poteva proporre una variante che farà rabbrividire i puristi conservatori del Vitello Tonnato, quelli per cui la Granda è una religione. E’ questo dovrebbe farvi subito venire un dubbio….ma quindi la prossima settimana ci riproporranno la biografia di Mark Bittman???? SBAGLIATO.

GRANDE NOVITA’ la prossima settimana, un nuovo personaggio, una nuova categoria. Per darvi un piccolo aiutino….pensavamo che fossero come l’ unicorno, tutti ne parlano ma nessuno ne ha mai visto uno. Noi abbiamo le prove….noi lo possiamo dimostrare…SI/PUO/FAREEEE. Esistono e soprattutto abbiamo scoperto che…sono UMANI. Parlano, respirano, ridono…proprio come noi (ndr e sono Simpaticissimi tra l’altro). Ma basta adesso e concentriamoci sulla ricetta.

        

English Version (Original Version)

Turkey (Tonnato) Sandwiches

Makes 4 servings
Time: 30 minutes with precooked turkey

Neither Michel Richard nor I made a true vitello tonnato on the days we cooked together, but my version is more closely related to the classic Italian appetizer than his-it remains true to the idea of a strong mayonnaise moistening and flavoring slices of meat that, well, might need it, because they’ve become dried out from overcooking or relatively long storage, or because they were not super moist to start out.

But instead of calling for slices of roast veal-which would take some work-I went for whitemeat turkey, an easily found option (I bought mine at a deli), and one that doesn’t differ all that much in taste and texture from cold veal.

1 cup mayonnaise
1 (6-ounce) can tuna packed in olive oil (preferably imported from Italy)
1/4 cup fresh parsley leaves
2 tablespoons capers, drained
2 tablespoons minced shallots
6 anchovy fillets, minced
About 1/4 cup olive oil or hot water
Salt and black pepper
8 slices sandwich bread, toasted if desired (or use French bread)
8 (1/4- to 3/8-inch-thick) slices whitemeat turkey

1. Combine the Mayonnaise with the tuna, parsley, capers, shallots, and anchovies. Whisk in enough olive oil (or water), a little at a time, to achieve a creamy consistency. Taste, and add salt and black pepper as necessary.

2. Lay out 4 slices bread. Top each with a thin layer of sauce; cover with a slice of turkey, then more sauce, then another slice of turkey, then finally more sauce and top layers of bread. Slice the sandwiches in half to display the interior layers, and serve.

Versione Italiana

per 4 persone

Tempo: 30 minuti con Tacchino precotto

Ne Michel Richard ne io abbamo fatto il vero Vitello tonnato il giorno che abbiamo cucinato insieme, ma la mia versione è più vicina alla versione originale dell’ antipasto italiano, poichè rimane fedele all’ idea di base  di una salsa a base di maionese per umidifcare le speziate fette di vitello, fette diventate secche sia perchè di base il pezzo non è umidissimo e sia per la lunga cottura.

Invece di utilizzare fette di vitello arrostito, che avrebbe richiesto del lavoro,  ho preferito utilizzare la carne bianca del tacchino, opzione facilmente reperibile (la mia l’ho trovata in gastronomia) e che anche non differisce tanto come gusto dal vitello freddo (ndr ci dissociamo assolutamente da questa affermazione).

1 cup di maionese
1 (6-ounce) lattina di tonno sott’olio di oliva (preferibilmente importato dall’ Italia)
1/4 cup di foglie di prezzemolo fresco
2 tablespoons capperi dissalati
2 tablespoons scalogni tritati
6 filetti di acciughe tritati
Circa 1/4 cup di olio di oliva o acqua calda
Sale e pepe nero
8 fette di pane in cassetta, se desiderato possono essere tostate (o potete utilizzare il pane francese)
8 (da 1/4- a 3/8-inch-sottili) fette di Tacchino

. Mescolate la Maionese con il tonno,il prezzemolo,i capperi, lo scalogno e le acciughe.  Sbattere aggiungendo sufficiente olio di oliva (o acqua),un poco alla volta,  in modo da poter formare una crema. Assaggiate e aggiungete sale e pepe secondo necessità.

2. Disponete 4 fette di pane. Copritele con un sottile strato di salsa; aggiungete una fetta di tacchino, poi ancora salsa, ancora una fetta di tacchino, e finalmente ancora salsa, questo per ogni fetta di pane. Tagliate i sandwiches a metà per mostrare gli strati e servite. 

(ndr ATTENZIONE per convertire in unità di misura potabili quelle di questa ricetta vi rimandiamo al post – e soprattutto al prezioso e preciso commento lasciato da Giulietta – sotto trovate anche il suo spazio “Antipasti dal mondo“ e il link al suo bellissimo food-blog http://alterkitchen.it/)

Altre ricette le potete trovare sotto le ricette

———————————————————————————————————————–

Casa “Vitello Tonnato Lovers”

———————————————————————————————————————–
 

 Ciao amici Tonnati,

 questa settimana vi vogliamo suggerire:

Cene regali alla Reggia di Venaria

La rassegna prevede più serate con cadenza mensile fino a novembre 2011, ciascuna dedicata ad una regione del nostro Paese, in cui grandi chef della cucina tradizionale italiana inviteranno i visitatori ‘ a corte’ per compiere, nella maestosa cornice della Galleria Grande, un imperdibile viaggio attraverso il gusto del Belpaese, con piatti e i prodotti tipici dei nostri territori La serie di cene, che si è aperta l’8 aprile con la Sardegna, si chiuderà a novembre 2011 con una serata che vedrà quali ‘padroni di casa’ gli chef piemontesi, ‘eredi’ di Giovanni Vialardi, il quale, capocuoco di Carlo Alberto e Vittorio Emanuele II, diede alle stampe nel 1854 il suo “Trattato di cucina, Pasticceria moderna, Credenza e relativa Confettureria”, il libro di ricette che ebbe allora un successo e una diffusione enormi e che diede il via all’unità d’Italia….. in cucina. Le Cene regali rappresenteranno dunque uno straordinario e imperdibile happening del gusto nella cornice della Reggia di Venaria: per dare vita  a un evento che svelerà all’ospite, cena dopo cena, storia, colori e sapori del Belpaese, e al contempo l’importanza della convivialità e del cibo come fattori fondamentali della nostra identità nazionale. Il costo di ogni cena è di 60 euro e comprende anche la visita gratuita al nuovo al percorso espositivo della Reggia, con la possibilità di usufruire  gratuitamente anche delle audio guide.

Per info e prenotazioni  +39 011 4992326 – 011 4992305 – 011 4322674

Ma ora lasciamo il meritato spazio ai nostri amici

.

Antipasti dal Mondo 

By Giulietta (http://alterkitchen.it/)
 
RAVIOLI DI CARNE AL VAPORE


Nazione di origine: Cina

Alimento principale:farina per la pasta, carne bovina per il ripieno.

Preparazione: i ravioli al vapore cinesi sono uno dei più noti antipasti della tradizione cinese. Come dice la parola stessa, si tratta di una pasta fresca, ripiena di carne e verdure (il ripieno può essere messo a crudo, oppure già cotto; io ho optato per questa seconda ipotesi) e poi cotta al vapore (ma gli stessi ravioli possono essere fritti, cotti alla piastra oppure bolliti). La preparazione non differisce, se non per gli ingredienti, da quella di un raviolo nostrano (e, come ben saprete, non possiamo certo definirla una preparazione veloce): la differenza sta invece nella forma del raviolo e nel tipo di chiusura. Per aiutarvi in questa fase, probabilmente la più spinosa, trovate qui, oltre alla ricetta completa, anche il link ad un video che vi spiegherà in modo semplice come chiudere i vostri ravioli.

E il vitello tonnato?!: mi rendo conto, di settimana in settimana, di quanto sarà arduo riuscire a trovare un antipasto che si sposi con il nostro amato vitello. Anche questa settimana vi deluderò: i ravioli cinesi al vapore non fanno il paio con il vitello tonnato, a meno che non vogliate irrorare entrambi con della salsa di soia… e, se siete davvero degni di fregiarvi del nome di “Vitello Tonnato lovers”, la sola idea dovrebbe farvi rizzare i capelli in testa!

 
 

.

Milano-Dushanbe Charity Rally

http://www.kapipal.com/041c10ee773f418c855cb70797deab92

.

Amici tonnati siete assolutamente FANTASTICI. I ragazzi del team “Torino senza Scorta” si erano proposti come limite 950 Euro. Il limite è stato stracciato. E’ stato raggiunto con quasi due settimane di anticipo sulla partenza, momento in cui verrà correttamente fatto il Bonifico all’ associazione CESVI (ndr qui il sito ufficiale dove trovete più dettagliate informazioni ). Quindi ancora un sentito Grazie, per quanto fatto e quanto potremmo fare ancora, tutti insieme, in questi giorni che ci separano dalla partenza dei nostri amici. Ora battiamo il record

Ma veniamo alle news di questa settimana:

– La macchina è quasi pronta (attualmente il problema principale è legato ad una ruota che sembra debba essere sostituita). L’ olio motore invece è arrivato prontamente.

– Nei prossimi giorni verrà anche ufficializzata la data di presentazione della macchina (Car Unveiling). Noi saremo assolutamente presenti e per chi di voi non potrà esserci cercheremo di fare più foto possibili, in modo da potervi mostrare quella che i nostri “eroi” utilizzeranno per il viaggio.

– Il nostro gruppo sarà l’unico tra i gruppi partecipanti ad affrontare il percorso da Sud. Altro motivo d’orgoglio per noi fun e loro sostenitori. Sotto il tragitto che verrà seguito….INCREDIBILI

Ultima sorpresa di questa settimana: ecco a voi il logo ufficiale del nostro adorato team (anche un nostro piccolo momento di orgoglio visto che…è stato disegnato da Ellen)

Rinunciamo ad un vitello tonnato per regalare tanti sorrisi in più!!!!!!!!!!

Vi ricordiamo che chiunque avesse curiosità o suggerimenti può contattarci utilizzando:

  • I commenti sui vari post
  • L’ indirizzo email : vitellotonnatolovers@fastwebnet.it
  •  Twitter e Facebook mediante gli appositi link ad inizio pagina (sicuramente graditi i “mi piace” alla pagina di Facebook)

The last but not the least….abbiamo attivato anche Flickr dove troverete tante belle foto fatte nei nostri momenti di svago.Se volete gli originali non esitate a mandarci una mail, commentare, Flickr, Twittare o postare su Facebook…adesso le alternative sono proprio tante :-)

Grazie ancora

Sergio & Ellen

 
 
 
 
Annunci